News

Credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo: ambito oggettivo di applicazione

Credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo: ambito oggettivo di applicazione

Cosa finanzia il credito di imposta per le attività di ricerca e sviluppo?

Prima di tutto obiettivo di tale misura è: accrescere la competitività del sistema sostenendo

l’impegno dell’impresa diretto ad elevare il processo e/o il prodotto della propria attività.

In linea generale sono ammesse le attività di ricerca e sviluppo volte a:

  • all’acquisizione di nuove conoscenze
  • all’accrescimento di quelle esistenti
  • all’utilizzo di tali conoscenze per nuove applicazioni

 

Rientrano quindi le attività riconducibili a:

  • sviluppo sperimentale
  • ricerca fondamentale
  • ricerca industriale

 

Sono classificabili come «SVILUPPO SPERIMENTALE» (2014/C198/01-lettera«j»)

«acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica, commerciale allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati»

 

Sono classificabili come «RICERCA FONDAMENTALE» (2014/C198/01-lettera«j»)

«lavori sperimentali o teorici svolti, aventi quale principale finalità l’acquisizione di nuove conoscenze sui fondamenti di fenomeni e di fatti osservabili, senza che siano previste applicazioni o usi commerciali diretti»

 

Sono classificabili come «RICERCA INDUSTRIALE» (2014/C198/01-lettera«q»)

«ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze, da utilizzare per mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o permettere un miglioramento dei prodotti, processi o servizi esistenti.

 

Sono classificabili come «RICERCA INDUSTRIALE» (2014/C198/01-lettera«q»)

«la creazione di componenti di sistemi complessi, necessaria per la ricerca industriale, ad esclusione dei prototipi».

 

Sono escluse:

le modifiche non significative di prodotti e di processi (es. modifiche stagionali, modifiche di design di un prodotto, sostituzione di un bene strumentale, i miglioramenti, qualitativi o quantitativi derivanti dall’utilizzo di sistemi di produzione che sono molto simili a quelli già usati)

Sono incluse:

le modifiche di processo o di prodotto che apportano cambiamenti o miglioramenti significativi delle linee e/o delle tecniche di produzione o dei prodotti (es. sperimentazione di una nuova linea produttiva, modifica delle caratteristiche tecniche e funzionali di un prodotto).

Maggiori informazioni:

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/credito-d-imposta-r-s