Management flessibile o platisco?

Management flessibile oppure Management plastico

Il Management può esser flessibile? Anche cambiamenti del contesto competitivo sembrano sempre più accelerati e la flessibilità manageriale potrebbe apparire la risposta più adeguata,  non lo è. Il management flessibile implica il ripristino di una condizione di partenza ritenuta ideale. Quale sarebbe la “condizione ideale” cui il manager dovrebbe fare ritorno dopo la perturbazione? La flessibilità è buona per le fronde degli alberi, non per il cervello dei dirigenti. Quello che ci si aspetta da un capo assennato, in tempi turbolenti, è semmai la plasticità, che è tutt’altra cosa.

Il contrario di flessibilità è rigidità; il contrario di plasticità è robustezza. Il manager rigido è dedito al controllo ed è disposto a rinunciarvi solo in via eccezionale e solo per tornare ad assumerlo il più presto possibile, difatti è adatto a un’organizzazione altrettanto rigida, immutabile e meccanica .

È la biologia a insegnarci il valore della plasticità nei sistemi viventi, che sono caratterizzati appunto da una robustezza genetica fondamentale, inoltre sono in grado di sopravvivere ai continui cambiamenti ambientali unicamente grazie alla plasticità, dunque nei comportamenti professionali il Management plastico vince sul management flessibile.

Al manager delle organizzazioni innovative viene richiesto un pendolarismo pressoché quotidiano tra robustezza e plasticità. Quando esercita robustezza, il manager rispetta le procedure, impone l’osservanza delle policy, esercita un’autorità d’ispirazione gerarchica; il manager plastico, invece, presta molta attenzione alle eccezioni, cambia idea quando necessario, costruisce strategie inedite e più adatte al contesto. Se occorre gestire situazioni standardizzate (business as usual), il manager robusto si procura la fiducia dei collaboratori. Non appena gli eventi si costellano di incidenti ed emergenze, la fiducia accumulata serve a sperimentare, appunto con plasticità, soluzioni inedite.

L’azienda guidata dal manager plastico è un’azienda performate perché è dinamica, sensibile ai mutamenti, incline alle sperimentazioni, capace di fare tesoro dei passi falsi, non più intossicata dalla burocrazia. Questa azienda somiglia molto a un organismo vivente e, come quest’ultimo, si garantisce robustezza nelle relazioni interne grazie allo scambio incessante di feedback.

Scopri il nostro corso di Leadership e Management

Privacy & Cookie policy - Politica di Qualità