News

Ricerca e Sviluppo: informatizzare il processo di gestione dei turni dei dipendenti

Attraverso il credito d’imposta ricerca e sviluppo è possibile ridefinire la propria metodologia di lavoro e la propria organizzazione in funzione anche della informatizzazione del processo di gestione dei turni di lavoro del personale.
Si inizia identificando le proprie esigenze quindi dal rendere le informazioni relative alla gestione del personale più facilmente elaborabili, raggiungibili ed utilizzabili ad azzerare o ridurre significativamente l’invio della posta elettronica e l’utilizzo dei fogli ore cartacei all’individuare un sistema di timbratura utilizzabile ovunque si trovi il socio lavoratore.
Una volta individuati gli obiettivi del progetto inizia l’analisi dei processi esistenti, il design dei nuovi processi e del software che li implementi, il training del personale ai nuovi processi/software e la messa a punto ed il testing del nuovo software.
Alcuni fattori di incertezza per il progetto potrebbero riscontrarsi principalmente nella resistenza all’utilizzo delle nuove tecnologie da parte delle risorse umane interessate e ai tempi di implementazione ed effettiva adozione del software e del nuovo processo informatizzato all’interno dell’azienda.
E’ stata inoltre svolta un’analisi delle pratiche e dei software gestionali esistenti e maggiormente utilizzati nelle imprese che operano in contesti simili, al fine di identificare i più idonei alle caratteristiche del processo desiderato. Si è optato per l’ampliamento del software gesionale Systema, già in utilizzo presso la Cooperativa. La fase di sviluppo del progetto è stata condotta attraverso l’applicazione di metodologie sistematiche e codificate (la metodologia Scrum, facente parte della famiglia Agile) e ha portato all’implementazione di una piattaforma web per la gestione dei turni di ADI, utilizzabile dal personale della Cooperativa tramite dispositivi tablet.
Il personale è stato coinvolto in differenti fasi di testing e di formazione all’utilizzo dei nuovi dispositivi e del nuovo software. Sono stati introdotti importanti elementi di novità all’interno della gestione dei propri processi e della propria organizzazione e ha riscontrato significativi benefici, sia in termini di affidabilità e gestibilità del processo informatizzato, sia in termini di risparmio di tempo allocato al processo da parte delle proprie risorse. I costi sostenuti sono agevolabili nella misura:

del 50% del costo sostenuto dei dipendenti impegnati nelle attività di ricerca

del 50% del costo sostenuto per la personalizzazione dei software

del 25% del costo sostenuto per i consulenti esterni

A questo link i dettagli pubblicati dal MINISTERO DELL’ECONOMIA sul Credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo:

https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/credito-d-imposta-r-s

Altri articoli sul tema da noi pubblicati:

Credito d’imposta ricerca e sviluppo: Legge di bilancio 2019

Credito di imposta ricerca e sviluppo: basta la certificazione del revisore?