Avviso 1 2019: Formazione a sostegno dell’innovazione digitale e/o tecnologica di prodotto e/o di processo nelle imprese aderenti

Avviso 1 2019: Finanzia la formazione

Hai fatto un progetto o un innovazione in ambito digitale e/o tecnologico? Ti piacerebbe aver la possibilità di formare i tuoi dipendenti grazie al progetto/innovazione? Con l’Avviso Innovazione di Fondimpresa puoi accedere ad un contributo a fondo perduto fino a 250000 Euro per formare i tuoi dipendenti!

Infatti, grazie a progetti o interventi di innovazione digitale e/o tecnologica, nelle imprese iscritte al fondo, che riguardano l’introduzione di nuovi prodotti e/o processi o un notevole miglioramento di quelli già esistenti, in una o più fasi della realizzazione e/o del trasferimento, è possibile ottenere il finanziamento per l’erogazione della formazione del personale.

Come funziona?

Sono ammessi progetti/innovazioni di definizione e implementazione di innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo nell’impresa, inclusi cambiamenti significativi nelle tecniche, nelle attrezzature o nel software.

Sono dunque esclusi i cambiamenti o i miglioramenti minori come, ad esempio, l’aumento delle capacità di produzione o di servizio ottenuto con l’aggiunta di sistemi di fabbricazione o di sistemi logistici che sono molto simili a quelli già in uso o la cessazione dell’utilizzazione di un processo.

Che formazione si può finanziare?

Il bando consente di progettare uno o più piani formativi che privilegino senza limiti parametrici, l’utilizzo di metodologie flessibili e personalizzate tipiche della formazione come : e Learning, action learning, coaching, affiancamento e training on the job, fermo restando che non possono essere finanziate le ore di formazione durante le quali il partecipante svolge attività produttive.

Le azioni formative del piano possono riguardare tutte le tipologie ed aree tematiche connesse al progetto o intervento di innovazione di prodotto e/o di processo nell’impresa beneficiaria. Inoltre sono ammesse azioni formative di livello avanzato o specialistico, mentre le azioni formative a livello di base sono consentite solo se strettamente connesse all’innovazione digitale e/o tecnologica.

Tutti i percorsi formativi devono concludersi con la verifica dell’apprendimento da parte dei partecipanti, con modalità di verifica adeguate rispetto agli obiettivi ed alle caratteristiche dei percorsi formativi. Inoltre, la formazione deve essere progettata per conoscenze e competenze comprendendo per queste ultime idonee attività di valutazione finalizzate al rilascio all’allievo di una attestazione degli apprendimenti acquisiti trasparente e spendibile.

Ciascuna azione formativa deve prevedere da un minimo di 8 ore di durata ad un massimo di 100 ore. Il singolo lavoratore può frequentare un massimo di 100 ore di formazione, in una o più azioni formative.

Infine, deve essere prevista la certificazione delle competenze secondo la normativa regionale, ove esistente e applicabile alle competenze da acquisire nel Piano, o, in mancanza, nelle forme indicate nell’accordo di condivisione del Piano e/o nell’ambito del Comitato paritetico di Pilotaggio, in coerenza con le indicazioni contenute nel D.M. 30.06.2015 (GURI 20.07.2015 n. 166), emanato dal Ministero del Lavoro di concerto con il MIUR.

 

Richiedi la nostra consulenza per accedere all’Avviso 1 2019.

Scopri i nostri corsi finanziabili

Privacy & Cookie policy - Politica di Qualità